AREA FINANZIARIA 

 Presentazione
 Organizzazione
 Orari
 Normative
 Contatti
 Fattura Elettronica

BILANCIO E CONTABILITA' 

 Documenti

PERSONALE

 Conto annuale

TRIBUTI 

Calcola
la tua IMU
 I.M.U.
 TASI
 TARI
 T.O.S.A.P.
 Pubblicita'
 Affissioni
 Irpef

Entrate
Extra Tributarie

 Acque Reflue
 Servizio Idrico

TASI - Tassa servizi indivisibili





Presupposto e oggetto del tributo

Il presupposto impositivo della Tasi è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati, compresa l'abitazione principale, e di aree edificabili ad eccezione dei terreni agricoli.

Fabbricato

Per fabbricato si intende l'unita' immobiliare iscritta o che deve essere iscritta nel Catasto Edilizio Urbano, considerando l'area di pertinenza parte integrante del fabbricato. Il fabbricato di nuova costruzione e' soggetto all'imposta a partire dalla data di ultimazione dei lavori di costruzione ovvero, se antecedente, dalla data in cui e' comunque utilizzato.

Area fabbricabile

Per area fabbricabile si intende l'area utilizzabile a scopo edificatorio in base agli strumenti urbanistici generali o attuativi ovvero in base alle possibilita' effettive di edificazione determinate secondo i criteri previsti agli effetti dell'indennita' di espropriazione per pubblica utilita'. Sono considerati, tuttavia, non fabbricabili i terreni posseduti e condotti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli sui quali persiste l'utilizzazione agro-silvo-pastorale mediante l’esercizio di attività dirette alla coltivazione del fondo, alla silvicoltura, alla funghicoltura ed all’allevamento di animali.
In caso di edificazione su un’area, dalla data d’inizio lavori fino al momento di ultimazione degli stessi, la base imponibile Tasi è data solo dal valore dell’area, senza computare il valore del fabbricato in corso d’opera.
In caso di demolizione di fabbricato e ricostruzione sull’area di risulta oppure in caso d’interventi di recupero edilizio, per il periodo compreso tra l’inizio dei lavori di demolizione o di recupero e la fine dei lavori di ricostruzione o recupero, la base imponibile Tasi si calcola sul valore venale dell’area in comune commercio, senza computare il valore del fabbricato che si sta demolendo e ricostruendo oppure recuperando.
A lavori ultimati la Tasi si calcolerà sulla nuova rendita catastale che sarà attribuita al fabbricato.

Base imponibile

La base imponibile si determina con le stesse regole dell’IMU. Quindi, occorre fare riferimento al valore del fabbricato derivante dalla rendita catastale o a quello di mercato dell’area edificabile al metro quadrato.

Chi deve pagare

Deve pagare la TASI chi possiede o detiene, a qualsiasi titolo, fabbricati ed aree fabbricabili, definiti ai sensi dell'IMU, esclusi i proprietari di terreni agricoli.

Nel caso di più possessori o detentori, essi sono tenuti in solido all’adempimento dell'unica obbligazione tributaria.
ATTENZIONE: PAGANO SIA POSSESSORE (PROPRIETARIO) CHE OCCUPANTE (INQUILINO)

Nel caso in cui l'unita' immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal possessore, l'occupante versa la TASI nella misura del 10% del tributo complessivamente dovuto.

Attenzione: i proprietari degli immobili non si possono impegnare, neppure con la dichiarazione, a pagare per conto degli inquilini. La TASI, quindi, deve essere pagata sia dal proprietario che dall’inquilino, ognuno per la quota a proprio carico (90% il proprietario e 10% l’inquilino). Pertanto, e' privo di effetti giuridici qualsiasi eventuale accordo in base al quale il carico tributario viene traslato da uno all’altro dei soggetti passivi.

Nel caso di piu' di possessori (o di detentori), essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria. Il versamento effettuato in base alle singole quote di possesso (o di detenzione) e' considerato comunque regolare se la somma complessiva dei versamenti è pari all’ammontare dell’imposta dovuta.

In caso di occupazione temporanea, non superiore ai sei mesi, e' obbligato al versamento colui che risulti possessore dell’immobile a titolo di proprieta', usufrutto, uso, abitazione e superficie. In caso di locazione finanziaria, la TASI e' dovuta dal locatario a decorrere dalla data della stipulazione e per tutta la durata del contratto.
Per durata del contratto di locazione finanziaria deve intendersi il periodo intercorrente dalla data di stipula alla data di riconsegna del bene al locatore, comprovata dal verbale di consegna.

Abitazione principale

L'abitazione principale ai fini TASI è quella definita dalla disciplina IMU.

Aliquote e Detrazioni

Abitazione PrincipaleAbrogata con la legge di stabilita' 2016
Altri Fabbricati0,0 per mille
Fabbricati di Cat. D0,0 per mille

I codici per pagare la TASI sono:

3958 abitazione principale e relative pertinenze;
3959 fabbricati rurali ad uso strumentale;
3960 aree fabbricabili;
3961 altri fabbricati.

Cosa fare in sede di compilazione del modello F24 nella Sezione IMU e altri tributi locali

Nome Campo Cosa Fare
codice ente/codice comune”: Indicare B779;
ravv: barrare se il pagamento si riferisce al ravvedimento;
acc: barrare se il pagamento si riferisce all'acconto;
saldo: barrare se il pagamento si riferisce al saldo. Se il pagamento è effettuato in unica soluzione barrare entrambe le caselle;
numero immobili: indicare il numero degli immobili cui il pagamento si riferisce;
anno di riferimento: indicare l'anno d’imposta cui si riferisce il pagamento.

Nel caso si opti per la compilazione del modello F24 semplificato occorre compilare anche lo spazio “sezione” indicando EL.
In caso di ravvedimento, sanzioni ed interessi dovranno essere versati in maniera unitaria, cioè utilizzando i medesimi codici del tributo cui si riferiscono.